jump to navigation

iPhone ha un gemello luglio 10, 2007

Posted by gughi in Apple, curiosità, informatica e dintorni, iPhone, telefonia, video, youtube.
2 comments

Si chiama TPHONE ed è davvero la copia quasi identica dell’iPhone di casa Apple. Solo qualche impercettibile differenza dovuta ai livelli costruttivi e tecnologici profondamente diversi dei due oggetti. I miracoli non esistono…

Chi poteva realizzare un fake del genere se non i cinesi?

Guardatevi il video, rimarrete sorpresi…

Clamoroso, Tre come Wind aumenterà le tariffe! luglio 2, 2007

Posted by gughi in telefonia, Tre.
21 comments

Dopo Wind anche Tre. Secondo indiscrezioni apparse sulla stampa, anche H3G a giorni dovrebbe comunicare ai propri clienti aumenti delle tariffe a partire da settembre. E si tratterebbe di ritocchi consistenti, compresi tra il 10% ed il 20%.

Ad esempio, il piano Super3 passerebbe dagli attuali 10 €./cents al minuto a 12 €./cents al minuto con scatto alla risposta non più di 15 ma di 17 €./cents. Anche gli Sms passerebbero a 12 €./cents. Il bonus di autoricarica per chiamate ricevute si abbasserebbe dagli attuali 10 €./cents al minuto a 5 €./cents al minuto.

Il tutto per coprire i mancati ricavi derivati dall’abolizione dei costi di ricarica. Magra consolazione per i clienti: in caso di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali si potrà passare subito, senza attese, a un altro gestore; e portando con sè, oltre al numero, il credito residuo.

Ancora sanzioni per Tim e Tre giugno 30, 2007

Posted by gughi in telefonia, Tim, Tre.
add a comment

Correttezza e trasparenza tariffaria nella comunicazione pubblicitaria? Ancora non ci siamo…

Ne sanno qualcosa Tim e 3. Tim si è vista condannare due volte nel giro di due settimane. La prima multa, di 64.600 €. per aver diffuso la campagna pubblicitaria relativa all’offerta “Tim Tribù che azzera i costi di ricarica”, la seconda di 73.100 €. per l’offerta “Teleconomy zero zero”. Entrambe considerate ingannevoli dall’Autority.
H3G è stata invece sanzionata per il messaggio stampa e affissione relativo all’offerta Zero 3. Lo slogan

“Zero 3. L’unico abbonamento con canone a 0 €., chiamate a 0 €., videofonino a 0 € “

è stato ritenuto non conforme all’art. 2 del Codice di autodisciplina pubblicitaria, dato che il canone esisteva ed era dovuta una tassa di concessione governativa da chi stipulasse il contratto. Riguardo alle chiamate, la tariffa a zero si applicava solo alle chiamate verso altre numerazioni 3. Quanto al videofonino non era chiaro a che titolo fosse ceduto all’utente.

WIMax, ci siamo giugno 18, 2007

Posted by gughi in telefonia.
1 comment so far

Ormai ci siamo. Entro breve lo Stato assegnerà le frequenze WiMax. E’ la nostra occasione. Beppe Grillo parla di libero accesso alla conoscenza e non sbaglia. Questo è il momento di appropriarci di questo sacrosanto diritto. Ora o mai più! Se non lo faremo resteremo ancora (chissà per quanto) ostaggio delle compagnie telefoniche. Vi ricordo che il WiMax è una tecnologia che permette di trasmettere e ricevere segnali senza fili a distanze di decine di chilometri. Elimina di fatto l’ultimo miglio e il canone di Telecom Italia. I Comuni potranno garantire ai propri cittadini l’accesso alla rete indipendentemente da Telecom.

Però è necessario difendere questa tecnologia dall’assalto delle compagnie telefoniche che hanno tutto l’interesse ad accaparrarsi la tecnologia per rivendercela a peso d’oro.

Ecco perchè vi chiedo di firmare la petizione che chiede l’attribuzione di almeno 1/3 delle frequenze disponibili ad associazioni senza fini di lucro, come i comuni e gli enti locali, e senza alcuna tassazione diretta o indiretta.

Firmate per la conoscenza!

Aboliamo il canone Telecom! giugno 12, 2007

Posted by gughi in Telecom Italia, telefonia.
2 comments

Girovagando per la rete mi sono imbattuto in questa petizione on line. I promotori spiegano sul loro sito di aver indirizzato un documento all’AGCOM per chiedere l’abolizione (o revisione) del canone Telefonico e del canone addizionale sulla linea solo dati. Dato che AGCOM non si è pronunciata in materia e che alcune inchieste televisive hanno dimostrato che Telecom Italia non effettua investimenti tali da necessitare ancora del canone telefonico, hanno deciso di promuovere una petizione on line.

Firmatela!!

Tre, nuova tariffa Super 5 giugno 4, 2007

Posted by gughi in telefonia, Tre.
13 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net

Nuovo profilo tariffario per 3 Mobile Media Company: Super 5. Pubblicità martellante, nuovo testimonial ma, come al solito, dallo spot non si capisce bene quali siano effettivamente i costi per chi lo sottoscriverà. Cerchiamo di capirlo insieme:

  • Piano tariffario: Super 5
  • Costo al minuto: 5 €./cents verso tutti (se si è ricaricato nel mese precedente)
  • Costo al minuto base: 15 €./cents verso tutti
  • Videochiamate verso rete Tre: 5 €./cents verso tutti (se si è ricaricato nel mese precedente)
  • Videochiamate verso rete Tre: 15 €./cents verso tutti
  • Videochiamate verso altri gestori: 99 €./cents
  • scatto alla risposta:0 €./cents (se si è ricaricato nel mese precedente)
  • scatto alla risposta base: 16 €./cents
  • invio sms : 15 €./cents cadauno
  • invio mms/Videomessaggio: 55 €./cents cadauno
  • e-mail da Pianeta 3 (fino a 6 kb): 15 €./cents cadauna
  • Pianeta 3: 9 €./cents a pagina + download contenuti

Tariffazione a scatti anticipati della durata di 3 minuti per la tariffa super e 1 minuto per la tariffa base. Per accedere ai “benefici” della tariffa super occorre aver effettuato una ricarica nel mese precedente. La tariffa super fino ad un massimo di 1000min/mese per le Chiamate e 1000min/mese per le VideoChiamate. Superata la soglia mensile, sarà applicata la Tariffa Base. Nei mesi in cui è attiva la tariffa super è previsto un contributo mensile di 3 €. azzerabile ricevendo 90 min di chiamate.

Vantaggi: chi è solito parlare molto a lungo potrebbe trovare conveniente la tariffa super a patto di essere consapevole che la tariffazione anticipata di 3 minuti equivale ad uno scatto alla risposta e che per accedere alla stessa bisogna effettuare una ricarica mensile di almeno 10 €. Da tener presente anche il contributo mensile.

Svantaggi: la tariffazione anticipata di 1 o di 3 minuti determina una perdita di credito ad ogni conversazione. Ad es. una conversazione di 6 min. e 1 sec. con la tariffa super costa all’utente lo stesso prezzo di una conversazione 8 min. e 59 sec. (45 €./cents). Inoltre il contributio mensile addebitato nei mesi in cui è attiva la tariffa super somiglia molto a un canone.

UnoMobile, le tariffe giugno 3, 2007

Posted by gughi in telefonia, UnoMobile.
2 comments

Anche UnoMobile, operatore virtuale di casa Carrefour, ha ufficializzato la propria offerta per la telefonia mobile. Parola d’ordine: semplicità.

  • Piano tariffario: 0, 12, 18
  • Prefisso: 3773
  • Costo al minuto: 18 €./cents verso tutti
  • Scatto alla risposta: 0 €./cents
  • Invio sms: 12 €./cents cadauno
  • Tariffa speciale Family: 1 €./cent al minuto verso tre numeri UnoMobile per un anno.

Anche in questo caso mi pare di poter dire: niente di nuovo all’orizzonte.

CoopVoce, ecco le tariffe maggio 26, 2007

Posted by gughi in CoopVoce, telefonia.
26 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

Sono state rese note le tariffe che saranno praticate da futuro gestore virtuale CoopVoce. Chi sperava in un ingresso sul mercato col botto a tariffe molto competitive probabilmente rimarrà deluso. Giudicate voi ed esprimete il vostro giudizio:

  • Piano tariffario: Facile Coop
  • Prefisso: 3311
  • Costo al minuto: 15 €./cents verso tutti
  • Scatto alla risposta: 15 €./cents
  • Invio sms: 15 €./cents cadauno
  • Invio mms: 60 €./cents cadauno (fino a 100 kb) – 1,20 euro (oltre 100 kb)
  • Navigazione Gprs/Edge: 0,6 centesimi al Kbyte.

Quello che mi colpisce negativamente è la presenza inaccettabile dello scatto alla risposta. Sono in atto battaglie dei consumatori e petizioni online contro questo iniquo balzello e dalla Coop (Cooperativa di consumatori) mi sarei aspettato tariffe depurate del costo dello scatto alla risposta. Da questo punto di vista il nuovo gestore mi pare che parta con il piede sbagliato e compia subito un passo falso. Per il resto le tariffe sono sovrapponibili a quelle dei gestori esistenti, quindi non vedo perchè un utente di un altro gestore dovrebbe passare a CoopVoce. Le tariffe italiane della telefonia mobile sono tra le più care e nonostante il proliferare dei gestori sembrano destinate a restare tali.

Codacons attacca: Wind deve rimborsare gli utenti! maggio 17, 2007

Posted by gughi in telefonia, Wind.
add a comment

Tratto da Punto Informatico

L’associazione dei consumatori Codacons in una nota ha chiesto ad Autorità TLC e Autorità Antitrust di “dichiarare formalmente nulle le modifiche delle tariffe comunicate ai clienti via SMS e, di conseguenza, obbligare il gestore Wind a restituire agli utenti le maggiori somme da questi pagate a seguito delle variazioni contrattuali bocciate dall’Authority”.

In una nota Codacons fa riferimento alla recente presa di posizione delle Autorità sul caso Wind e critica l’Autorità TLC perché “evidentemente (…) non segue la trasmissione Report di RAI 3, altrimenti saprebbe, ad esempio, quali grassi affari hanno fatto gli attuali proprietari di Wind sulle spalle degli utenti”.

Secondo Codacons le società Wind e H3G “a differenza di quanto sostiene l’Autorità, non sono affatto piccoli operatori, e in ogni caso la concorrenza e le aziende non si salvano certo contravvenendo alle leggi e maltrattando gli utenti!”.

Credo che sia il caso di seguire molto da vicino questa vicenda perchè se le autorità investite del problema dovessero accogliere le richieste di Codacons potrebbero profilarsi scenari risarcitori, con conseguenze economiche notevoli per il gestore arancione.

Finalmente trasparenza tariffaria? aprile 22, 2007

Posted by gughi in Telecom Italia, telefonia, Tim, Tre, Vodafone, Wind.
add a comment

Nella telefonia fissa e mobile è finalmente in arrivo la trasparenza tariffaria tanto invocata dai consumatori. Nella delibera dell’Agcom pubblicata sul sito del Garante, che entrerà in vigore a breve con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, si dichiara guerra al sotterfugio, adottato da alcuni operatori, allo scopo di confondere l’utente ed impedirgli di comprendere l’effettivo costo dei servizi di cui usufruisce.

L’utente avrà diritto di:

  • conoscere gratuitamente tutte le condizioni economiche del piano tariffario scelto;

  • ricevere ogni due mesi dal proprio operatore il profilo del consumo telefonico comprensivo del totale delle chiamate, dei minuti attribuiti alle singole voci di traffico, delle durate delle singole chiamate;

  • confrontare i profili tariffari del proprio operatore o di tutti gli operatori attraverso motori di calcolo messi a disposizione da organizzazioni terze ed accreditate.

Tutto ciò permetterà ai consumatori di capire, confrontare, scegliere. Vi sembra poco?

La delibera concede un termine di 180 dalla sua pubblicazione entro il quale dovranno essere predisposti principi, regole e parametri da applicare. Il tutto prevede la collaborazione tra Agcom, fornitori di servizi ed associazioni dei consumatori.

Fonte: Punto Informatico.