jump to navigation

Il tapiro di Striscia ha compiuto 10 anni novembre 30, 2006

Posted by gughi in radio e televisione.
add a comment

Ieri il tapiro ha compiuto dieci anni e su “Studio Aperto” è andato in onda questo servizio celebrativo, contenente qualche storica consegna.

Ritengo che la banda di “Striscia” renda un importante servizio ai telespettatori e, per questo, il tapiro e Staffelli meritano gli auguri di sblogghiamo.

Godetevi il video

La tv che preferisco… novembre 23, 2006

Posted by gughi in radio e televisione, video, video divertenti.
add a comment

Oggi inauguro una serie di post denominati “La tv che preferisco”. Iniziamo con Mike…

La tv alla deriva novembre 12, 2006

Posted by gughi in radio e televisione, video.
2 comments

Questi sono solo alcuni esempi del tipo di televisione che ci viene somministrata dal qualche anno, dall’avvento del reality. Tutto è diventato reality. E nel reality, si sa, vengono fuori i sentimenti che hai dentro, senza controllo. Quindi, ben vengano le opinioni urlate, i fatti propri messi in piazza, gli insulti, le risse, le minacce, magari anche qualche spintone o qualche sberla. Così l’audience sale. Oramai si è diffusa la convinzione che al pubblico piace il trash e gli sponsor pagano solo per programmi del genere. Quindi i conduttori, ad arte, creano dei salotti bollenti, in cui basta solo innescare uno degli ospiti per dare il via al patetico show. Poi danno fuoco alla miccia e assistono ai fuochi d’artificio, facendo da (finti) moderatori. Per il resto si va a soggetto. A volte la situazione va fuori controllo, ci si accorge che si è esagerato. Allora cade qualche testa, ma niente paura, un po’ di pausa e si ricomincia, magari in un programma della concorrenza e con un gettone di presenza ancora migliore. Questa è la televisione. Ma…… siamo veramente sicuri che è questo che vogliono gli italiani?

La magia esiste novembre 4, 2006

Posted by gughi in attualità e notizie, radio e televisione.
add a comment

mago do nascimento
Questa la notizia, riportata anche qui e chissà in quanti altri blog. Ma come esimersi dal postare anche una sola riga su un evento del genere. Il “mago” Do Nascimento, “maestro di vita”, il “socio” di Wanna Marchi e Stefania Nobile, tanto per intenderci, usufruisce del condono d’ufficio, senza nemmeno dover nominare un legale in Italia. Ed il condono gli abbuona tre dei quattro anni che gli erano stati inflitti. Resterebbe un anno di pena che in teoria Do Nascimento dovrebbe ancora scontare. Ma per evidenti motivi di economia processuale, il “maestro” non verrà di fatto più ricercato. Del resto, perchè attivare complesse e onerose procedure internazionali per catturare un soggetto che, una volta arrestato, probabilmente resterebbe sotto chiave solo per pochi giorni? Il risultato è che Mario Pachecho Do Nascimento, colui che, insieme a Marchi e Nobile, ha seminato disperazione in decine di famiglie italiane già di per sè provate, è un uomo virtualmente libero. E, considerando la diversa sorte processuale toccata a Wanna e Stefania, questa è veramente una magia. Ma questo Do Nascimento non sarà veramente un mago?

Parlamentari e pupe ottobre 24, 2006

Posted by gughi in radio e televisione.
add a comment

parlamento.jpg
I parlamentari italiani e le pupe di “La pupa e il secchione” sembrano avere molto in comune. La cultura per esempio. Ieri ho distrattamente seguito una parte del reality di Italia1. Ebbene, le pupe erano di un’ignoranza imbarazzante. Tanto imbarazzante da sembrare finta. Non conoscevano personaggi tipo Albert Einstein, Mao Tse Tung, Francesco Rutelli e simili. Stasera sto guardando “Le iene show” e vi garantisco che i nostri parlamentari, intervistati per dar loro la possibilità di fare “sfoggio di sapere”, hanno evidenziato un’ignoranza altrettanto imbarazzante. C’è chi ha detto che Pyongyang è il premier della Corea del nord o chi non sapeva affatto cosa fosse, chi ha detto che la Consob è un organo di controllo della telefonia o chi ha semplicemente detto che non la conosceva, chi ha detto che Aljazeera è un movimento di estremisti islamici e chi non aveva idea di chi fosse Nelson Mandela. Non ricordo i nomi di questi parlamentari e confesso questa mia ignoranza che, in ogni caso, è inferiore alla loro. A questo punto c’è da scommetere che le iene pianteranno le tende fuori al Parlamento per ragalarci ogni settimana qualche chicca sulla cultura generale dei nostri rappresentanti.

Reality carcerario ottobre 18, 2006

Posted by gughi in radio e televisione.
3 comments

maurizio_costanzo.jpg

Non ero al corrente di questa notizia, pare che se ne parli da un pò. Io confesso che non lo sapevo (e forse era meglio non saperlo). Maurizio Costanzo realizzerà un reality nel carcere di Velletri. Se ne è parlato nel Question Time di oggi in Parlamento ed il Ministro Mastella ha assicurato che non si tratterà di un reality ma di un programma dal taglio documentaristico, che non ci sarà spazio per gratuite spettacolarizzazioni e che i “protagonisti” potranno decidere se essere ripresi dalle telecamere. Peccato che le telecamere saranno ben SEDICI e saranno accese per SEI ore al giorno. Per quanto mi riguarda, non vedo l’ora che si celebrino i funerali dei reality e ……… la festa di pensionamento di Costanzo.