jump to navigation

E’ reato rinfacciare l’insoddisfazione sessuale maggio 26, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, Cassazione, curiosità, diritto.
add a comment

Mai dire a qualcuno che è “insoddisfatto sessualmente“. Rinfacciare, infatti, questa frustrazione, dice la Cassazione, è un reato perseguibile penalmente per una duplice ragione:

  • perché è “lesivo” della reputazione dell’offeso;
  • perché provoca “dileggio” nei confronti della persona insoddisfatta.

Applicando questo principio, la Quinta sezione penale ha convalidato la condanna per ingiuria continuata ad un 49enne fiorentino, Marco T., denunciato da un’amica, Barbara M., che in un paio di occasioni (nel novembre del 2003 e nel gennaio dell’anno successivo), in seguito ad una litigata, le aveva rinfacciato, “in maniera certamente inurbana“, annota piazza Cavour, di avere frustrazioni sessuali.
Nel dettaglio, si legge nella sentenza 20612 che Marco aveva detto a Barbara: “sei insoddisfatta sessualmente perché tuo marito non ti soddisfa, cercati un altro…“.
Immediata la denuncia della donna che si era sentita ferita e la condanna a mille euro di multa per ingiuria continuata nei confronti di Marco T. da parte del Tribunale di Firenze – sezione distaccata di Pontassieve – nel novembre 2006.
Inutilmente l’uomo ha tentato di cancellare la multa, sostenendo tra l’altro che l’avere rinfacciato all’amica di non essere soddisfatta sotto le lenzuola poteva essere tutt’al più “lesivo della reputazione del marito” e non anche ingiurioso nei confronti della donna.
La Suprema Corte ha respinto il ricorso e, giudicando la questione “manifestamente infondata“, ha evidenziato che “rivolgersi ad una persona rinfacciandole difetti fisici o psichici dei coniugi comporta dileggio anche per essa“.
L’avere rinfacciato la frustrazione sessuale, a Marco T., oltre alla multa, costerà anche una ulteriore spesa di 1580 euro, la somma da rifondere all’amica per le spese processuali sostenute in Cassazione.

Fonte: Studiocataldi.

Il mistero di Waterloo aprile 3, 2008

Posted by gughi in curiosità.
add a comment

Torno dopo un po’ di tempo con qualche quesito.

A Waterloo l’esercito francese riportò una grande vittoria o una bruciante sconfitta?

L’imperatore francese si chiamava Napoleone Bonaparte o Napoletone?

Telecom Italia, secondo voi, dovrebbe ispirare le proprie strategie economiche a quella adottata a Waterloo da Napole(t)one?

Luca Luciani, manager di Telecom Italia ritiene di si. Ed il suo discorso diventa uno dei tormentoni del web.

Guardatelo su Youtube, finchè resta on line.

Vi lascio la sua faccia, così potrete guardarla quando il video verrà rimosso.

Le infrazioni più frequenti degli italiani dicembre 23, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, curiosità.
add a comment

Stiamo per trasferirci su www.sblogghiamo.net.

Agli italiani piace superare i limiti di velocità, guidare senza allacciare le cinture di sicurezza e passare con il semaforo rosso. Peccato che, con queste violazioni del codice della strada, abbiano perso oltre 18 milioni di punti dall’entrata in vigore della patente a punti nel luglio 2003.
La “classifica” delle infrazioni più frequenti dal 2003 al dicembre 2007 può essere così completata:

  • mancato rispetto dello stop;
  • utilizzo del cellulare senza auricolare;
  • sosta negli spazi riservati ai disabili;
  • circolazione fuori dai centri abitati senza fari accesi.

Quasi a sorpresa, quest’ultima violazione fa registrare oltre 200 mila multe.
Ma non è tutto: superare di oltre 40 km/h il limite di velocità è costato ben 2 milioni di punti, mentre sostare negli spazi riservati ad autobus e tram, guidare senza occhiali da vista per chi ne ha l’obbligo oppure senza casco ha portato alla notifica di oltre 1,2 milioni di multe. Le infrazioni per guida in stato di ebbrezza sono state oltre 81 mila, per un totale di oltre 850 mila punti persi.
Introdotta per ridurre le violazioni del codice della strada e cercare di risparmiare vite umane, la patente a punti non fa purtroppo più paura a nessuno, complici anche tutti gli stratagemmi trovati per non perdere punti, dall’addebitare la colpa a ignari nonnini fino al pagare di più senza dichiarare chi era alla guida!
Fonte: 6sicuro.

Risolti i problemi di parcheggio novembre 13, 2007

Posted by gughi in curiosità, video, video divertenti.
add a comment

Altro che Smart, Fiat Cinquecento o minicar varie. Ecco come si risolvono i problemi di parcheggio nelle metropoli.

Guardate il video.

Occasioni su ebay… novembre 2, 2007

Posted by gughi in curiosità, stranezze e curiosità.
add a comment

Mi avevano detto che su ebay si trovano delle occasioni irripetibili, ma non pensavo si arrivasse a tanto: cordless con 24 anni di garanzia!!??
Che faccio, lo compro? 😉

iPhone ha un gemello luglio 10, 2007

Posted by gughi in Apple, curiosità, informatica e dintorni, iPhone, telefonia, video, youtube.
2 comments

Si chiama TPHONE ed è davvero la copia quasi identica dell’iPhone di casa Apple. Solo qualche impercettibile differenza dovuta ai livelli costruttivi e tecnologici profondamente diversi dei due oggetti. I miracoli non esistono…

Chi poteva realizzare un fake del genere se non i cinesi?

Guardatevi il video, rimarrete sorpresi…

Il logo che fa male alla salute giugno 8, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, curiosità.
1 comment so far

A poche ore dalla sua presentazione ufficiale, il logo dei Giochi Olimpici di Londra 2012, commissionato all’agenzia di design Wolff Olins per la modica cifra di circa seicentomila euro ha già scatenato tante di polemiche da dover essere ritirato.

A prescindere dalla bellezza intrinseca del logo, che rientra nella sfera della sensibilità artistica individuale del singolo, pare che l’immagine, specialmente nella sua versione animata, sia in grado di scatenare fenomeni di collasso in persone affette da epilessia fotosensitiva.

Nonostante la breve durata della clip (giusto una manciata di secondi), si sono già verificati dodici episodi di collasso a seguito della visione dell’animazione, che è caratterizzata da frequenti lampi di colori quali rosa shocking e blu elettrico. Pertanto il Cio (International Olympic Committee) ha deciso di rimuovere l’immagine dal proprio sito ufficiale.

La notizia è stata accolta con grande sollievo e malcelata soddisfazione soprattutto dai londinesi, che avevano aspramente contestato il logo, ritenuto particolarmente brutto e definito persino “frutto del lavoro di uno scimpanzé“.

Forse stavolta una petizione on line, organizzata per sostenere una campagna a favore della sostituzione del logo, è riuscita a raggiungere almeno in parte il proprio obiettivo.

Ecco il video, ancora presente su Youtube:

Edit: rimosso da youtube ma ritrovato altrove

Fonte: Zeus News.

Mariti: 7 su 10 sono spiati dalla moglie aprile 12, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, curiosità.
1 comment so far

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

Le donne controllano i mariti utilizzando ogni mezzo tecnologico a loro disposizione: telefonino, posta elettronica, navigatore satellitare… Lo scopo è quello di evitare o scoprire un tradimento.

Secondo una ricerca del Museo della Scienza di Londra il 77% delle donne tra i 25 e i 34 anni di età legge tutti i messaggi provati indirizzati al marito e rovista nelle tasche di giacche e pantaloni alla ricerca di indizi.

Più tecnologiche, invece, le over 55, che tralasciano telefonate e messaggini, si preoccupano più degli spostamenti del consorte e controllano di nascosto il navigatore satellitare.

Gli uomini, per contro, sono i soliti distratti e superficiali: solo il 39% dei mariti spiano la moglie.

Fonte: Affari italiani