jump to navigation

Spam telefonico, il Garante interviene settembre 4, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto, privacy.
add a comment

Molte delle telefonate che giungono nelle case degli italiani sono indesiderate, e gran parte sono generate da call center che utilizzano fornitissimi elenchi di numeri telefonici, da tempestare a ritmi forsennati per proporre nuovi contratti di ogni genere. Un business spesso illegale: il Garante per la privacy è intervenuto nelle scorse ore per bloccare le attività di alcune società specializzate. Leggi…

Fonte: Punto informatico

Diffide agli utenti P2P giugno 10, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, internet, p2p.
add a comment

Una nuova strategia di informazione e repressione prevede l’invio di massimo tre lettere di “cease and desist” ai pirati informatici segnalati dalla BPI in UK. Dopo le lettere, qualora continuassero le infrazioni, arriverebbe l’interruzione di servizio

Leggi tutta la notizia.

La carta GS spia nel tuo carrello giugno 3, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto, privacy, uncategorized.
1 comment so far

Il Garante per la protezione dei dati personali ha reso noto di aver applicato una sanzione (di 54mila euro) al Gruppo GS per aver utilizzato i dati raccolti delle fidelity card offerte ai clienti per ‘spiare’ il contenuto dei carrelli di spesa e realizzare un profilo consumatori al fine di inviare loro campagne promozionali (per posta, e mail o sms) mirate.

L’Autorità ha inoltre previsto l’inutilizzabilità di tali dati da parte della Società ‘rea’ di non aver fornito idonea informazione alla clientela in merito all’uso che avrebbe fatto dei dati forniti al momento dell’adesione a un programma di fidelizzazione.

Secondo il Garante, tale pratica è in contrasto con le disposizioni del Codice privacy che riconoscono al cliente il diritto di avere la fidelity card senza essere obbligato a dare il consenso anche per altri trattamenti e di poter liberamente autorizzare ogni singolo uso dei propri dati.

Fonte: Studiocataldi.

Monnezza, fioccano le richieste di risarcimento giugno 3, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto, emergenza rifiuti.
add a comment

A seguito della pronuncia di sentenze pilota da parte di alcuni Giudici di Pace (di Napoli ma anche della provincia) i consumatori sono scatenati. Per i prossimi mesi si prevedono migliaia di richieste di risarcimento danni nei confronti dei Comuni afflitti dall’emergenza rifiuti, nonchè nei confronti del Commissariato per l’Emergenza rifiuti e delle società concessionarie per la raccolta.

Le sentenze già pronunciate hanno condannato in solido i convenuti a pagare risarcimenti compresi tra i 750,00 ed i 1000,00 euro, con condanna al pagamento delle spese di causa.

Ma questa non sarà l’unica iniziativa. Altre azioni saranno condotte allo scopo di ottenere il rimborso della tassa più iniqua di’Italia, la TARSU, Tassa per lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani, di cui si prevede anche il beffardo aumento del 30%.

Insomma, la telenovela dei rifiuti in Campania a quanto pare durerà ancora parecchio e si sposterà dalle strade (speriamo presto) alle aule giudiziarie. Ne vedremo delle belle.

Fonte: Studio Legale Santella.

Hop-on, il telefonino usa e getta maggio 30, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, telefonia.
add a comment

C’era una volta la scheda telefonica, da utilizzare nelle cabine per strada per chiamate urgenti quando si era lontani da casa. Il cellulare non esisteva o era una cosa per pochi. Ce l’avevano solo i ricchi, quelli che lo utilizzavano per lavoro.

Quando il telefonino è diventato un oggetto alla portata di tutti e le nostre città sono state invase prima dai trilli, poi dalle suonerie polifoniche credevamo che il boom di questi aggeggi fosse completo. Ma non l’avevamo ancora visto in mano ai nostri figli adolescenti, ma che dico adolescenti, BAMBINI!

Il telefonino è entrato nelle scuole, e nè i professori, nè i presidi sono riusciti a bandirlo dalle loro aule. Nonostante tutto la cara vecchia scheda telefonica sopravviveva ancora. Erano cambiati i tagli (non più 5.000 £. e 10.000 £, ma 1,00 € – 2,50 € – 3,00 € – 5,00 € – 7,50 € – 10,00 €) ma esisteva ancora.

Signori, oggi possiamo dire che la scheda telefonica sta per morire, soppiantata dal telefonino prepagato usa e getta. Si chiama Hop-on HOP1800, costa 6 €., ha uno spessore di 14 mm ed un peso di 77 gr. Per 6 €. concede 4 ore di conversazione o 150 ore di stand-by, dispone di suonerie polifoniche, vibrazione e blocco tastiera. Gli manca solo il display. In USA esiste già, in Europa sta per arrivare.

Addio cara scheda telefonica, ci mancherai… O forse no?!

E’ reato rinfacciare l’insoddisfazione sessuale maggio 26, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, Cassazione, curiosità, diritto.
add a comment

Mai dire a qualcuno che è “insoddisfatto sessualmente“. Rinfacciare, infatti, questa frustrazione, dice la Cassazione, è un reato perseguibile penalmente per una duplice ragione:

  • perché è “lesivo” della reputazione dell’offeso;
  • perché provoca “dileggio” nei confronti della persona insoddisfatta.

Applicando questo principio, la Quinta sezione penale ha convalidato la condanna per ingiuria continuata ad un 49enne fiorentino, Marco T., denunciato da un’amica, Barbara M., che in un paio di occasioni (nel novembre del 2003 e nel gennaio dell’anno successivo), in seguito ad una litigata, le aveva rinfacciato, “in maniera certamente inurbana“, annota piazza Cavour, di avere frustrazioni sessuali.
Nel dettaglio, si legge nella sentenza 20612 che Marco aveva detto a Barbara: “sei insoddisfatta sessualmente perché tuo marito non ti soddisfa, cercati un altro…“.
Immediata la denuncia della donna che si era sentita ferita e la condanna a mille euro di multa per ingiuria continuata nei confronti di Marco T. da parte del Tribunale di Firenze – sezione distaccata di Pontassieve – nel novembre 2006.
Inutilmente l’uomo ha tentato di cancellare la multa, sostenendo tra l’altro che l’avere rinfacciato all’amica di non essere soddisfatta sotto le lenzuola poteva essere tutt’al più “lesivo della reputazione del marito” e non anche ingiurioso nei confronti della donna.
La Suprema Corte ha respinto il ricorso e, giudicando la questione “manifestamente infondata“, ha evidenziato che “rivolgersi ad una persona rinfacciandole difetti fisici o psichici dei coniugi comporta dileggio anche per essa“.
L’avere rinfacciato la frustrazione sessuale, a Marco T., oltre alla multa, costerà anche una ulteriore spesa di 1580 euro, la somma da rifondere all’amica per le spese processuali sostenute in Cassazione.

Fonte: Studiocataldi.

Dialer addio per sempre! maggio 20, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, internet, sicurezza informatica.
add a comment

Possiamo dire addio ai numeri che ci hanno svenato per anni: 144, 166, 164 e quindi anche ai Dialer, che non potranno più collegare a questi numeri i pc con connessione analogica di ignari utenti. Lo ha deciso il Garante per le Comunicazioni che, con l’approvazione del nuovo Piano di Numerazione Nazionale, ha operato il taglio netto ai numeri pericolosi per le bollette.

Fonte: Webnews. Leggi la notizia.

Peppermint, il Garante si schiera con gli utenti P2P marzo 16, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, p2p.
add a comment

Non si possono spiare gli utenti che si scambiano file di musica o giochi sulle reti P2p. Lo ha stabilito il Garante per la privacy che ha chiuso l’istruttoria sul caso Peppermint, la casa discografica che per bloccare lo scambio illegale di file aveva monitorato in modo sistematico gli utenti individuando i loro indirizzi Ip. Tra gli utenti monitorati anche molti italiani. La Peppermint e la Techland, produttrice di videogiochi, avevano utilizzato una società informatica svizzera per il monitoraggio.

Nel provvedimento del Garante, di cui è stato relatore Mauro Paissan, è stata richiamata la direttiva europea sulle comunicazioni elettroniche che vieta ai privati di poter effettuare monitoraggi, ossia trattamenti di dati massivi, capillari e prolungati nei riguardi di un numero elevato di soggetti. Violato secondo il Garante anche il principio di finalità: le reti P2P sono finalizzate allo scambio tra utenti di dati e file per scopi personali. Inoltre i dati erano stati raccolta ad insaputa degli utenti, pratica che ha violato i principi di trasparenza e correttezza. La Peppermint dovrà cancellare tutti i dati raccolti entro il 31 marzo.

Fonte: Il Messaggero.it

Canone Rai, ecco i rimborsi febbraio 25, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, radio e televisione.
1 comment so far

Qualcosa si muove sul versante “Canone Rai”. Sarà per la battaglia serrata svolta da ADUC, ma finalmente qualche risultato si intravede. Niente di eclatante, sia chiaro, ma pur sempre qualcosa.

La Camera ha stanziato 26 milioni di euro affinché possano effettivamente essere esentati dal pagamento del Canone RAI gli anziani che hanno superato i 75 anni di età e che hanno un reddito inferiore a 516,46 euro mensili.

Tutti coloro che hanno pagato non essendo obbligati a farlo, otterranno il rimborso.

Per la notizia completa: Punto Informatico.

La sexy hostess febbraio 4, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, video, youtube.
1 comment so far

Dopo la sexy prof ora è la volta delle sexy hostess. A quanto pare questa signorina si candida ad essere in assoluto la prima spogliarellista d’alta quota e crea una moda che potrebbe dilagare a breve, vista la forte influenza della rete.

Ecco una delle sue performance presa, manco a dirlo, da Youtube

Eccone un’altra presa nientedimenoche dal sito del “Sun” e riportata da Corriere.it.

Buona visione GUARDONI! 😉