jump to navigation

Aggiornamento manuale Antivir screenshots giugno 26, 2008

Posted by gughi in antivirus, informatica e dintorni, sicurezza informatica, Windows.
20 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

In questi giorni pare ci siano di nuovo problemi ad aggiornare Avira Antivir. C’è quindi la necessità di aggiornarlo manualmente e molti mi segnalano che non ci riescono.

Leggi l’articolo.

Firefox 3 vs Opera 9.5 giugno 26, 2008

Posted by gughi in Firefox, informatica e dintorni, internet, Opera.
add a comment

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

I due più noti browser alternativi si sono rinnovati con il rilascio delle ultimissine versioni.

Mozilla Firefox, giunto alla sua versione 3, browser maturo e stabile utilizzato ormai da milioni di utenti in tutto il mondo e Opera, giunto alla versione 9.5, forte della sua leggerezza e completezza di funzioni integrate, sono stati valutati a fondo in una prova sul campo, effettuata da ZeusNews.

Leggi l’articolo.

La notte non aspetta, dal 27 giugno al cinema giugno 25, 2008

Posted by gughi in cinema, prime visioni.
2 comments

Il detective Tom Ludlow non si è ancora ripreso dalla morte della moglie e trova conforto nella bottiglia. Vive di notte, sulle strade di Los Angeles, armato e incapace di provar paura. È lui che garantisce la sicurezza dei cittadini, affrontando gli aspetti più ripugnanti della società e applicando una giustizia rapida e priva di compromessi, che ignora i protocolli e gli scrupoli morali. Ma poi un collega muore, il partner di una vita, ed emergono delle prove che lo vorrebbero coinvolto nella sua esecuzione. Ludlow si prepara così ad indagare su se stesso e sulla cultura poliziesca di cui è un esemplare di punta e un veterano.
Viene sempre un momento, nel poliziesco, in cui il distintivo dell’agente protagonista rischia di finire nel cestino o nel taschino del capo. È un turning point imprescindibile, che mette fretta alla scrittura e la surriscalda. Ne La notte non aspetta, tratto da una storia originale di James Ellroy, questo momento non arriva mai. L’agente Tom Ludlow può far di tutto, scannare chiunque gli si trovi a tiro, appropriarsi delle prove, mentire. I suoi colleghi e i suoi superiori lo copriranno, lo favoriranno, aggiungeranno falso su menzogna. Gli terranno persino lontano il capitano Biggs della commissione disciplinare, che lo tiene d’occhio in attesa di un passo incerto.
Crudo, violento, bagnato di sangue, questo thriller urbano non brilla per originalità ma per un ottimo cast e per un ritmo mozzafiato. Buon prodotto di genere, innesca una spirale respingente: non c’è personaggio che non sia violento, non c’è professionalità che il mito dei soldi e del potere, o semplicemente l’adrenalina scatenata dall’illusione del controllo, non abbiano corrotto. Ci sono solo delle sfumature e a queste si aggrappa il film, ponendo alcune domande provocatorie: chi protegge chi ci protegge? Di chi ci si può fidare? Come si estirpa l’erbaccia, se ricresce ogni volta più forte e più radicata? Il film risponde strutturandosi come una tragedia, con una scura tentazione giustificazionista e lo spiraglio di una redenzione che non fa che confermarla. Dopo una corsa a perdifiato sul limite, dove le figure della legge si confondono e si rispecchiano nelle figure avversarie, che eludono la legge o la calpestano, il duello finale tra Ludlow e il suo rivale ultimo è una clamorosa battuta d’arresto, da imputare ad un dialogo velleitario e mal riuscito.
Il regista del realismo estremo e navigatore satellitare umano di L.A. è David Ayer, che ripercorre i propri passi, strizzando l’occhio a Training Day e ancor di più a Harsh Times. Si cita addosso anche Hugh Laurie, alias Biggs: insolitamente fuori dalla cornice del Dr. House, fa comunque il suo primo ingresso in scena all’interno di un ospedale.
Keanu Reeves, bolso, emaciato, incattivito e ritrovato, è l’anima di un film senz’anima, la sua più convincente ragione d’esistenza.

Recensione: MyMovies.

Telecomunicazioni, finalmente si cambia! giugno 22, 2008

Posted by gughi in telefonia.
add a comment

Stanno per entrare in vigore le nuove norme predisposte dall’Agcom per regolamentare i passaggi tra gestori telefonici.

Finalmente! Potrei raccontare parecchi casi di passaggi da un operatore ad un altro durati parecchi mesi o mai andati in porto con perdita del numero da parte del cliente.

E che dire delle “triangolazioni” obbligate per passare da un da un gestore alternativo ad un altro? Cioè dell’obbligo di rientrare in Telecom Italia prima di aderire ad un’offerta conveniente proposta da un altro gestore?

Ora tutto questo non dovrebbe più accadere! L’Authority delle Telecomunicazioni ha stabilito che:

  • si potrà passare da un operatore “alternativo” all’altro direttamente, senza rientrare prima in Telecom;
  • dal momento della richiesta dell’utente non dovranno passare più di 30 giorni;
  • L’utente conserverà la propria linea telefonica o la propria connessione adsl senza interruzioni di servizio;
  • i passaggi da un operatore ad un altro potranno avvenire SOLO attraverso contratti firmati.

Finalmente la svolta? Speriamo che gli operatori si adeguino…

Videochiamamoci con Skype giugno 19, 2008

Posted by gughi in informatica e dintorni, internet.
5 comments

La nuova versione Beta 4.0 di Skype,  disponibile qui per il download, annuncia miglioramenti rispetto alle versioni precedenti.

Tante sono le novità per i patiti della comunicazione voip, consultabili sul blog ufficiale, ma quella che più salta all’occhio è la decisa accelerata sul fronte della videocomunicazione.

Da oggi Skype vorra dire videochiamare più che chiamare.  E, soprattutto, videochiamare con un’impegno di risorse decisamente basso.

Pare che con l’ultima versione i progettisti siano riusciti a garantire agli utenti conversazioni vocali con soli 2 Kbps di banda, videoconversazioni con 6 Kbps e videochiamate a pieno schermo in alta qualità con 90 kbps.

Su youtube è comparsa anche la demo dell’ultima versione.

L’incredibile Hulk, dal 18 giugno al cinema giugno 18, 2008

Posted by gughi in cinema, prime visioni.
add a comment

Bruce Banner si è nascosto in una labirintica favela del Brasile, dove lavora in una fabbrica che imbottiglia bibite al guaranà e conta i giorni “senza crisi”, allenandosi a mantenere basse le pulsazioni cardiache agendo sulla respirazione e sul rifiuto delle provocazioni. Sono più di cento giorni che vive così, reprimendo gli impulsi del corpo e gli slanci del cuore, che è rimasto negli Stati Uniti, accanto alla dottoressa Ross. Ma basta una goccia di sangue, perduta involontariamente, a innescare la fine o, per essere più precisi, un nuovo inizio. La macchina da guerra americana, guidata dal generale Ross, è immediatamente sulle sue tracce. Braccato, Bruce non può che cedere alla sua nemesi, strapparsi le vesti e trasformarsi nel gigante verde.
Nonostante un momento centrale che si concede al road movie e ad una contenuta (per forza di cose) romanticheria, L’Incredibile Hulk di Louis Leterrier non ritrova più, strada facendo, né l’intuizione narrativa né la velocità espressiva dei primi venti elettrizzanti minuti. A valle della pellicola scivola fatalmente il già visto: l’idillio tra la bella e la bestia che già fu di King Kong, la sfida con Godzilla –altrimenti detto Abominio-, l’ospite d’onore venuto a reclutare il pupazzone color pistacchio per la squadra dei Vendicatori, futura joint venture Marvel-Universal. Povero golia verde, non è tutta colpa sua: arriva per ultimo, quando le sue pupille s’illuminano le nostre sono già appesantite, e arriva nell’ottica della futura riunione (con Ironman, Thor, Ant-Man, Wasp e Capitan America), responsabile di una probabile omologazione a priori.
Edward “Bruce” Norton prende sulle spalle la croce della creatura data alla luce da Stan Lee e Jack Kirby nel 1962, esaltando, con il suo corpo leggero e la sua lucidità manifesta, l’inconciliabilità con il fisico e la mente di Hulk, e al contempo traghettando il personaggio da antieroe a supereroe, in un percorso anche simbolico di accettazione che invita a trasformare la rabbia che portiamo dentro in una risorsa contro la brutalità fine a se stessa.
Dopo il conflitto edipico tra padre (scienziato pazzo) e figlio (vittima dell’incauto esperimento del primo su di sé), inscenato da Ang Lee, è ora la volta di far scontrare Betty Ross e il generale, non meno pazzo nel suo sogno di un esercito di super soldati, non meno incauto nel super dotare un killer già troppo esaltato di suo. Ma, rispetto al passato, il film di Leterrier si presenta libero da ogni vincolo, né sequel né remake, semmai debitore della serie tv per quel che riguarda la linea guida, ovvero l’idea che Banner sia perennemente in fuga da se stesso e da una vita civile, alla disperata ricerca di una cura per liberarsi dal mostro che è in lui.
Serie a fumetti, tv seriale, cinema che si replica e “trasforma”, a dimostrare la straordinaria ricchezza dell’universo delle strisce e la crescente difficoltà di stupire dell’aspirante blockbuster, teso a reperire uno spettacolo sempre più grande, più distruttivo e più colorato. Gli effetti speciali sono i raggi gamma che gonfiano le potenzialità del racconto filmico per farne degli atti di forza. Resistere (con Gondry) o saltare sul carro armato? L’Incredibile Hulk suggerisce la possibilità di controllare l’inarrestabile con l’intelligenza.

Recensione di MyMovies.

17.6.2008 Download day per Firefox 3 giugno 12, 2008

Posted by gughi in Firefox, informatica e dintorni, internet.
add a comment

L’attesa per gli appassionati di Firefox è quasi finita. Mozilla comunicherà presto la data del rilascio della terza edizione del suo browser. Il download day è fissato per il prossimo 17 giugno 2008.

Si vocifera che il lancio di Firefox 3 sia all’origine del tempestivo e frettoloso rilascio di Opera 9.5.

Intanto Mozilla ha lanciato un’altra sfida: battere il record di download nelle prime 24 ore dal rilascio. Il totalizzatore approntato da Mozilla segnala oltre un milione di utenti, che si sono dichiarati pronti a scaricare il loro browser preferito nella giornata di martedì. Negli Stati Uniti circa 180mila utenti si sono prenotati per il download, in Italia per ora siamo a circa 50mila. Se volete aderire, eccovi il link.

Fonte: Webnews.

Antivir licenza scaduta? giugno 11, 2008

Posted by gughi in antivirus, informatica e dintorni, sicurezza informatica.
6 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

A volte la licenza dell’antivirus Avira Antivir, nella versione free, non viene automaticamente rinnovata.

Leggi la soluzione al problema.

Diffide agli utenti P2P giugno 10, 2008

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, internet, p2p.
add a comment

Una nuova strategia di informazione e repressione prevede l’invio di massimo tre lettere di “cease and desist” ai pirati informatici segnalati dalla BPI in UK. Dopo le lettere, qualora continuassero le infrazioni, arriverebbe l’interruzione di servizio

Leggi tutta la notizia.

3 Italia lancia la tv sul telefonino…gratis giugno 6, 2008

Posted by gughi in radio e televisione, telefonia, Tre.
add a comment

Gli investimenti di 3 Italia sul DVB-h, ossia sulla televisione in mobilità secondo lo standard ufficiale europeo, iniziano a produrre frutti: da oggi l’azienda invita i suoi utenti UMTS a fruire di trasmissioni gratuite, disponibili cioè senza oneri di connessione.

DVB-h consente infatti a 3 Italia di trasmettere ai videofonini alcune reti RAI, Mediaset, SKY e La3, un canale proprio. In più sarà disponibile anche Current TV, il “canale” che mescola produzione video su Internet e distribuzione televisiva.

Nel complesso agli utenti di 3 Italia dotati di grandi schermi e tempo a disposizione sarà possibile accedere ad un complesso di 5mila ore di trasmissioni all’anno. Da settembre La3 si impegna a lanciare una serie di format televisivi dedicati proprio a chi deve fruirne in mobilità sul cellulare.

Vincenzo Novari, ad di 3 Italia, ha dichiarato che entro il 2011 il mercato della tv mobile varrà nel mondo 20 miliardi di euro e conterà 500 milioni di utenti. Entro il 2008 la società si aspetta di arruolare almeno un milione di telespettatori in movimento.

Fonte: Punto informatico.