jump to navigation

Guadagnare con internet febbraio 2, 2008

Posted by gughi in Guadagnare in internet, informatica e dintorni, internet.
trackback

Questo è ormai diventato un tormentone. I siti che promettono di guadagnare on line stando comodamente in poltrona si moltiplicano ogni giorno. Provate a digitare su google la chiave “guadagnare internet” e vedrete quanti risultati otterrete.

321.000 siti si dichiareranno pronti a indicarvi la strada per smettere di lavorare e vivere di rendita. A questo punto ho deciso di indagare per capirne di più e, come al solito, ho deciso di mettere a disposizione di tutti quel poco che ho capito.

Pay per impression, pay per click, pay per lead, pay per sell rientrano tutti in una prima categoria di possibilità di guadagno. Per poterli sfruttare è necessario avere un sito internet e destinare alcuni dei suoi spazi alla pubblicità.

Si può guadagnare ad ogni visualizzazione dei banner o degli annunci sul proprio sito (pay per impression), ogni volta che un banner o un annuncio viene cliccato da un vostro visitatore (pay per click), ogni volta che un visitatore proveniente dal vostro sito si registra al sito pubblicizzato (pay per lead) oppure ogni volta che un visitatore proveniente dal vostro sito fa un acquisto sul sito pubblicizzato.

Ovviamente i guadagni sono direttamente proporzionati al traffico generato dal vostro sito. Più il sito è visitato, maggiori sono le probabilità che dallo stesso vengano generati click, lead, sell sul sito che pubblicizzate. Naturalmente dovrete iscrivervi al servizio, essere accettati dallo stesso e seguire scrupolosamente i loro regolamenti, altrimenti verrete bannati dal circuito e perderete tutti i guadagni, anche quelli già maturati. Scordatevi di andare voi stessi sul vostro sito e generare traffico o lead fasulli. Se ne accorgono e vi cacciano subito!

Vediamo quali sono i programmi migliori ( e soprattutto quelli che pagano) per chi ha un sito web e vuole farlo fruttare:

Google Adsense: banner e annunci contestuali (il più remunerativo ma anche il più severo);
Tradedoubler: banner o link testuali (programma di affiliazioni pay per click, pay per lead e pay per sell);
Zanox: banner o link testuali (programma di affiliazioni pay per click, pay per lead e pay per sell);
Oxado: banner e annunci contestuali (come Google Adsense, paga un po’ meno ma vi accetta molto più facilmente e non è severo come Adsense. Non utilizzatelo insieme ad Adsense altrimenti quest’ultimo vi banna!);
Clickpoint: banner o link testuali (programma di affiliazioni pay per click, pay per lead e pay per sell. Ha meno affiliati di Tadedoubler e di Zanox ma gli inserzionisti vi accettano più facilmente);
eDintorni: annunci contestuali come Adsense e tooltips contestualizzati (pay per click. Molto ben fatti i tooltips contestualizzati, secondo me abbelliscono anche il sito: si tratta di link abbinati ad alcune parole chiave contenute nel testo del vostro sito. Al passaggio del mouse si scatena l’avviso che, se cliccato, vi fa guagagnare. Se volete vederli in azione cliccate qui e navigate tra le pagine del sito. Anche in questo caso, se usate Adsense, non usate gli annunci contestuali di eDintorni, ma usate solo i tooltips contestualizzati);
Heyos: banner, annunci contestuali, tooltips contestualizzati, popunder (finestra che si apre al di sotto del sito), exit adv (finestra che si apre all’uscita dal sito) (pay per impression, pay per click. Secondo me il migliore, perchè comprende tutti i servizi degli altri tutti insieme e paga abbastanza bene.)

Qualche chiarimento finale ulteriore e poi mi fermo: se utilizzate i programmi di affiliazione (Clickpoint, Tradedoubler o Zanox) troverete inserzionisti in comune. Non fate richiesta allo stesso inserzionista con programmi diversi. Leggete sempre i regolamenti di ogni inserzionista e rispettateli. In generale (per tutti i programmi citati), non generate traffico anomalo sul vostro sito, non cliccate sui vostri annunci, non fatelo fare ad altri, non incitate a cliccare (è quasi sempre vietato), non inviate e-mail agli amici con i link da cliccare a meno che il programma lo preveda espressamente, non usate Google Adsense con altri programmi che utilizzano lo stesso titpo di annunci.

Ovviamente ci sono molti altri servizi simili a quelli che ho citato in quest’articolo. Chi ne volesse segnalare altri è il benvenuto.

Questa prima panoramica sul guadagno in internet finisce qui. La prossima volta parleremo del paid to click (guadagnare cliccando link), del paid to read (guadagnare leggendo e-mail), del guadagno legato alla partecipazione a sondaggi e forum ed infine del guadagno ottenuto scrivendo articoli. A presto.

Annunci

Commenti»

1. Michele - settembre 25, 2009

Ciao, io ho un mio blog e sto utilizzando AdSense.
Vorrei implementare gli annunci automatici di AdSense con l’inserimento “ad hoc” (a mia scelta) di banner aggiuntivi.
Ho provato con un programma di affiliazioni mondiale http://www.7reach.com ma i banner per l’Italia sono piuttosto scadenti (poco attraenti e fuori tema col mio blog).
Qual’è una buona alternativa italiana da affiancare ad AdSense?
Ho sentito parlare bene di Zanox, posso usarlo contemporaneamente con AdSense? Con Zanox posso scegliere io il banner da mettere nel blog?

Grazie.
Michele


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: