jump to navigation

Tophost: incompetenza, arroganza e maleducazione gennaio 31, 2008

Posted by gughi in hosting.
146 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net

Di loro si parla tanto in rete. Evidentemente ritengono che nel male o nel bene sia preferibile essere sulla bocca di tutti. Peccato che di loro si dice più male che bene.

Talvolta vengono fuori con iniziative discutibili, cose da dilettanti e sprovveduti che si tramutano in clamorosi autogol sotto il profilo del marketing e della comunicazione. Come quando, attaccati pubblicamente da alcuni blogger più o meno famosi che avevano avuto la sventura di mettersi nelle loro mani, hanno reagito inviando una lunga e pietosa newsletter a tutti i loro clienti, in cui gridavano al complotto organizzato dalla blogosfera e chiedevano di spargere qualche parola buona nel web ormai infestato di giudizi impietosi sul loro servizio di hosting.

Recentemente un’altra furbata: a tutti i clienti in scadenza offrono la possibilità di decidere quanto pagare il rinnovo del servizio, spiegando i motivi della scelta. Il tutto viene poi pubblicato sul loro blog. Inutile dire che molti si autopraticano lo sconto massimo possibile, a volte con le scuse più banali, altre volte adducendo come motivazione il pessimo servizio.

Questa nuova singolare iniziativa non sarà stata posta in essere per evitare una migrazione di massa verso altri lidi? Come a dire: “se ti pago quanto mi pare, resto con te, altrimenti grazie di tutto e arrivederci!”? E quanto peserà questa scelta sul loro bilancio?

La verità è che il servizio reso da Tophost è scadente. Siti defacciati, lentezza esasperate dei server, account sospesi per presunte violazioni delle norme di fornitura del servizio, pagine bianche all’apertura dei siti, grossi problemi di posta elettronica e, ciliegina sulla torta, assistenza penosa.

Ai ticket rispondono rimandandoti alle faq, se chiedi aiuto su uno script non funzionante ti rispondono che non sono tenuti a darti assistenza o, peggio, ti minacciano la sospensione del servizio. Tutto ciò, forse, perchè ritengono di darti già troppo per il prezzo che paghi. Senza sapere che esistono hosting gratuiti che danno quanto loro o più di loro, assistenza compresa, senza chiedere soldi. Ma di questo parleremo prossimamente.

State alla larga da Tophost. Non hanno il culto del cliente.