jump to navigation

Buon Natale e Felice Anno Nuovo da Sblogghiamo dicembre 24, 2007

Posted by gughi in auguri.
2 comments

Stiamo per trasferirci su www.sblogghiamo.net.

Le infrazioni più frequenti degli italiani dicembre 23, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, curiosità.
add a comment

Stiamo per trasferirci su www.sblogghiamo.net.

Agli italiani piace superare i limiti di velocità, guidare senza allacciare le cinture di sicurezza e passare con il semaforo rosso. Peccato che, con queste violazioni del codice della strada, abbiano perso oltre 18 milioni di punti dall’entrata in vigore della patente a punti nel luglio 2003.
La “classifica” delle infrazioni più frequenti dal 2003 al dicembre 2007 può essere così completata:

  • mancato rispetto dello stop;
  • utilizzo del cellulare senza auricolare;
  • sosta negli spazi riservati ai disabili;
  • circolazione fuori dai centri abitati senza fari accesi.

Quasi a sorpresa, quest’ultima violazione fa registrare oltre 200 mila multe.
Ma non è tutto: superare di oltre 40 km/h il limite di velocità è costato ben 2 milioni di punti, mentre sostare negli spazi riservati ad autobus e tram, guidare senza occhiali da vista per chi ne ha l’obbligo oppure senza casco ha portato alla notifica di oltre 1,2 milioni di multe. Le infrazioni per guida in stato di ebbrezza sono state oltre 81 mila, per un totale di oltre 850 mila punti persi.
Introdotta per ridurre le violazioni del codice della strada e cercare di risparmiare vite umane, la patente a punti non fa purtroppo più paura a nessuno, complici anche tutti gli stratagemmi trovati per non perdere punti, dall’addebitare la colpa a ignari nonnini fino al pagare di più senza dichiarare chi era alla guida!
Fonte: 6sicuro.

Entro 90 giorni questa pagina si autodistruggerà dicembre 19, 2007

Posted by gughi in informatica e dintorni, internet, web 2.0.
1 comment so far

Stiamo per trasferirci su www.sblogghiamo.net.

Sembra una frase tratta dall’ultimo “Mission Impossible” ma non è così.

In realtà si tratta dell’ultima trovata del web. Quel web che ormai permette a tutti di pubblicare pagine senza avere la minima conoscenza del codice. Già questo blog ne era la testimonianza. Ora ne abbiamo la prova definitiva.

Tratto da Zeusnews.
disposableWebPage è un servizio gratuito online che permette a chiunque di creare facilmente e velocemente una pagina web con una data di scadenza prefissata. Le feature disponibili includono la possibilità di impostare il conto alla rovescia, lo storico delle modifiche effettuate, un text editor, possibilità di caricare fino a cinque foto, una sorta di post-it e una funzionalità mappa che mostra luoghi cittadini.

E’ utile per lasciare un saluto ad una persona cara, mostrare online una foto o qualcosa di noi, creare una pagina con le indicazioni per raggiungere una festa o un luogo di appuntamento senza dover avere uno spazio web proprio, senza dover attivare un account su qualche sito di hosting o comunità di condivisione foto.

Utile anche per un brainstorming a più mani dal momento che è possibile impostare i permessi in modo che più persone possano accedere e modificare la pagina web in questione, leggendo, editando e condividendo ovunque si trovino.

E dopo un massimo di 90 giorni il conto alla rovescia andrà a zero e la pagina sarà pronta per essere distrutta: resterà ancora due settimane nelle disponibilità del creatore prima di scomparire incenerita nel web.

Che dire, vado subito a provarlo, fatelo anche voi…

Nuovo trojan all’attacco delle banche online dicembre 18, 2007

Posted by gughi in internet, phishing, sicurezza informatica.
add a comment

Un gruppo di hacker sembra aver creato un nuovo e pericoloso trojan capace di svuotare i conti correnti presenti in numerose banche online: Paesi come Italia, Gran Bretagna, Spagna ed USA sono già stati colpiti con danni superiori ai 200.000 dollari e con più di 20 istituti di credito sotto attacco.

Naturalmente non sono stime ufficiali visto che la seguente cifra è l’unione dei soli conti correnti momentaneamente controllati, spiega Don Jackson – ricercatore senitor presso SecureWorks – che ha inoltre affermato di aver trovato in diversi server (4 momentaneamente) sia pagine false per l’attacco di phishing, sia il file di configurazione del trojan stesso con, allegata, una chache contenente i dati rubati.

L’attacco parte con una finta email, molto reale, proveniente dalla banca in uso: L’utente, cliccando, installa sulla propria macchina il trojan capace di “far cadere in trappola” il reale sito web della banca. L’accesso, infatti, risulterà effettuato dall’utente intestatario del conto, legittimo utilizzatore del servizio. Naturalmente sia le banche sia le case produttrici di antivirus stanno lavorando per risolvere questo problema che colpisce sempre più utenti ignari del pericolo che stanno per incontrare.

Fonte: Uploadsblog.

Windows Vista vs Windows XP dicembre 13, 2007

Posted by gughi in informatica e dintorni, Linux, Vista, Windows.
3 comments

A quanto pare non è necessario “scomodare” alcuna distribuzione Linux per mettere in ginocchio il nuovo s.o. di zio Bill. Windows Vista viene già ridicolizzato dal suo predecessore XP. O almeno lo sarà tra poco, quando verranno rilasciati il Service Pack 3 per XP ed il Service Pack 1 per Vista.
Infatti alla Devil Mountain Software hanno testato sia Vista Sp1 che Xp Sp3, nelle versioni non ancora definitive attualmente disponibili. Ebbene, i risultati non sono incoraggianti per l’ultimo nato a Redmond.
In sostanza se il pachidermico Vista non guadagna molto dall’aggiornamento (l’aumento di prestazioni si aggira intorno al 1/2%), Windows Xp Sp3 ha invece sorpreso i tester, mostrando un aumento delle prestazioni del 10%.
Quindi, se proprio non volete passare a Linux e siete affezionati a Windows, continuate ad utilizzare XP e lasciate perdere Vista.
Fonte: Zeusnews.

Fastweb sarà il prossimo operatore virtuale dicembre 9, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, Fastweb, telefonia, Tre.
add a comment

Dopo 1Mobile, CoopVoce e Poste mobile, Fastweb sarà il prossimo operatore virtuale della telefonia mobile in Italia, utilizzando l’infrastruttura di rete del gestore Umts H3G. A mio avviso gli operatori virtuali entrati nel mercato fino ad ora non hanno determinato nessuna reale rivoluzione tariffaria. Pare che l’intento sia stato più quello di entrare in un business dove è facile fare soldi (vista la propensione degli italiani a munirsi di più telefonini) che quello di abbattere i costi della telefonia.
Il risultato è che molti di noi hanno 7 sim card (una per ogni operatore), 2 o 3 telefonini in cui alternare le sim, ma spendono sempre gli stessi soldi ogni mese per telefonare o mandare sms.
Ma cambierà veramente qualcosa con l’ottavo operatore mobile (quarto virtuale)?
Se dovessi giudicare dal prezzi praticati da Fastweb per la telefonia fissa e per internet, potrei tranquillamente concludere che i futuri clienti mobili del nascente operatore virtuale non risparmieranno di certo. Fastweb è attualmente la più cara tra le compagnie telefoniche anche se, forse bisogna riconoscerlo, quella che offre la qualità migliore ai propri clienti.
Ma vediamo quali sono i termini dell’accordo di collaborazione siglato tra Fastweb e 3 Italia:

 

  • Fastweb godrà di piena libertà nella definizione delle strategie commerciali e delle politiche tariffarie;

  • offrirà agli utenti servizi come l’accesso veloce a Internet, la posta elettronica e la segreteria telefonica non più solo da rete fissa ma anche da rete mobile;

  • commercializzerà il servizio con la propria rete di vendita, sia attraverso schede prepagate sia in abbonamento, e utilizzerà il prefisso 373;

  • utilizzerà il proprio customer care per assistere i clienti in tutte le problematiche relative ai servizi offerti, siano essi telefonia fissa, internet, tv o telefonia mobile;

  • i servizi verranno erogati a partire dalla seconda metà del 2008.

Comparativa antivirus novembre 2007 dicembre 4, 2007

Posted by gughi in antivirus, informatica e dintorni, sicurezza informatica, Windows.
add a comment

Fine anno, tempo di comparative. Puntuale arriva la Retrospective/ProActive Test di AV Comparatives. Si tratta della prova che serve a valutare la capacità dei software antivirus di scovare minacce ancora sconosciute e non presenti nei loro database I risultati sono scontati per certi versi, a sopresa per altri. Kaspersky si conferma ai vertici assoluti (e questa non è una novità), meritandosi il titolo di Advanced +, affiancato dal sempre più affidabile e leggero Nod 32. Quello che mi ha sorpreso è il level Advanced di Microsoft OneCare ed il level Standard di Avira Antivir e TrustPort AW VS (primo e secondo con Advanced+ della On-demand comparative dello scorso Agosto).

Eccovi i risultati completi:

Livello ADVANCED+

  • Kaspersky
  • Nod32

Livello ADVANCED

  • Avg
  • Avk
  • Avast!
  • Mc Afee
  • MIcrosoft
  • Norman
  • Symantec

Livello STANDARD

  • Avira
  • BitDefender
  • Dr Web
  • e scan
  • F- prot
  • F- secure
  • TrustPort

Il primo video HD su Youtube dicembre 3, 2007

Posted by gughi in video, youtube.
1 comment so far