jump to navigation

Poste Italiane: ancora phishing aprile 12, 2007

Posted by gughi in informatica e dintorni, internet, phishing, sicurezza informatica.
trackback

Il phishing italiano adesso più che mai è al massimo della sua pericolosità. Dopo la segnalazione sulla presenza di un pericolo keylogger all’interno di uno degli undici siti clone contro Poste Italiane rilevati recentemente.

Un nuovo pericolo minaccia oggi ancora una volta i clienti e non solo, del gruppo romano, mentre i principali e blasonati software anti-virus restano a guardare incuranti del pericolo, anche se il keylogger in questione risale allo scorso 2005.

Si tratta del trojan PcClien-GV secondo la definizione fornita dalla Sophos, il quale oltre ad importare nel sistema altri codici maglioni svolge la funzione di raccogliere tutti le informazioni digitate dall’ignaro utente sulla propria tastiera compresi codici d’accesso a conti on-line, numeri di carte di credito ed altre informazioni, utili per consentire al truffatore di svuotare i conti correnti del malcapitato di turno.

Il quale può essere contagiato non solo mentre fornisce i propri dati d’accesso al suo conto on-line, ma semplicemente visitando il sito web incriminato, se il suo sistema non è adeguatamente protetto ed aggiornato o più semplicemente incosciente del pericolo decide di auto-installare il keylogger nel proprio sistema, così come mostra l’immagine seguente:

Il tutto mentre costosi software anti-virus annaspano nel tentativo di riconoscere il problema:

Il consiglio è quello di segnalare e cestinare direttamente tutte le e-mail ricevute, evitando di controllare l’autenticità del messaggio visitando anche il sito clone proposto, visto che come gli stessi istituti di credito e le Poste ricordano, non verrà mai richiesto di fornire i propri dati (informazioni personali, username e password) tramite una semplice e-mail.

Fonte: Anti-Phishing Italia

Annunci

Commenti»

1. Andrea - maggio 7, 2007

Ciao sono andrea, hanno cercato di truffarmi così!

2. ufficio stampa - gennaio 16, 2008

Italymedia.it denuncia il mancato rispetto dei tempi di apertura al pubblico

Orari selvaggi all’ufficio postale
Presso la sede di Acilia, al direttore del noto portale d’informazione Antonello De Pierro, nonché voce storica di Radio Roma, viene negato il pagamento di un bollettino, nonostante ne avesse diritto. Necessario l’intervento dei Carabinieri

Roma. Erano state in numero alquanto significativo le segnalazioni di utenti delle Poste Italiane giunte alle redazioni di Italymedia.it e di Radio Roma, che lamentavano un disservizio piuttosto eclatante presso alcuni uffici della capitale, nel rispetto dell’orario di apertura al pubblico. Iniziavamo ad effettuare dei sopralluoghi a campione in giro per la città, e nella maggior parte delle strutture riscontravamo una situazione impeccabile per la cortesia e la disponibilità usate nei confronti dell’utenza, nonostante la grande mole di lavoro gravante sugli impiegati, e in linea di massima l’assenza di particolari problemi per quanto concerne il rispetto degli obblighi temporali del servizio. Ma tra le segnalazioni campeggiava in maniera insistente l’indicazione di un ufficio in particolare, di quelli cosiddetti centrali, che prevedono, con tanto di cartello affisso all’ingresso, l’apertura al pubblico fino alle ore 19,00, cosa che, come succede in tutti gli esercizi pubblici e privati, concede possibilità di accesso fino a tale ora. Da quanto veniva segnalato, sembrava invece che tale orario fosse presente solo in forma virtuale, ma in realtà anticipato, senza una scadenza temporale certa, a seconda dell’affluenza del pubblico. A quanto pare l’ingresso degli utenti veniva di solito inibito già molti minuti prima del canonico limite fissato alle ore 19,00, in quanto sembra che i poveri impiegati avessero invece a tale ora impellente e inappellabile necessità di chiudere i battenti degli sportelli, senza alcuna possibilità di deroga. Inevitabilmente nella nostra mente si accendeva la spia dell’analisi riflessiva, e il nostro pensiero correva immantinente, come del resto conseguenza logica della nostra linea editoriale, alle cellule più deboli della collettività e al loro disagio derivante dalla sconcertante presunta situazione. Come giannizzeri della giustizia, volti a dare voce a quanti spesso vengono soffocati nella loro naturale espressione dei diritti, immaginando per l’occasione la figura emblematica di un’anziana signora, sola e malata, nonché affaticata sotto il peso inesorabile degli anni, sottoporsi ad un già ingente carico di stress per raggiungere l’ufficio in questione e trovarsi di fronte all’opposizione di un illegittimo diniego alla naturale offerta del servizio, ritenevamo opportuno recarci in loco per accertare e documentare la veridicità delle segnalazioni. L’ufficio in questione era quello centrale di Acilia.
Ad andare sul posto è il direttore di Italymedia.it Antonello De Pierro, nonché voce storica di Radio Roma e presidente del movimento nazionale “L’Italia dei diritti”. Il noto giornalista giunge nei locali della struttura esattamente alle ore 18,42, e quindi 18 minuti prima dell’orario canonico di chiusura al pubblico, con l’intenzione di effettuare un pagamento tramite bollettino postale. All’ingresso viene fermato da un impiegato, che con grande naturalezza lo avvisa del fatto che l’ufficio è già chiuso, cosa piuttosto singolare e assurda vista l’ora. Ignorando l’azzardato avvertimento si reca comunque presso la macchina erogatrice dei numeri progressivi che regolano l’affluenza agli sportelli, e qui lo attende un’indicibile sorpresa: dalla fessura esce un biglietto con la scritta “IL SERVIZIO NON E’ ATTIVO”. Ma la cosa fondamentale è che trovano riscontro tutte le lamentele accolte, e queste si posano saldamente su una granitica piattaforma di verità, tanto da poterle diffondere con la voce pacata ma intensa e rabbiosa di chi è stanco di dover perpetuamente lottare sul terreno sociale per ottenere il rispetto dei propri diritti, che dovrebbero invece automaticamente essere ottenuti con la naturalezza dell’inevitabile, tanto che spesso quando ciò avviene ci compiacciamo e meravigliamo, scambiando inconsciamente per un’eccezione quella che dovrebbe essere la regola. L’irremovibile reporter, noto soprattutto per le sue battaglie in tema di diritti sociali, non si scompone e decide ugualmente di attendere il suo turno. Alle 19 e 2 minuti circa raggiunge lo sportello per effettuare l’operazione, come è suo imprescindibile diritto, ma si imbatte nel rifiuto dell’impiegata che gli contesta il fatto di non essere in possesso del numero progressivo: “Educatamente le feci notare che avevo varcato l’ingresso in orario abbondantemente regolare, ma non volle sentire ragioni sostenendo con decisione che doveva chiudere lo sportello alle 19,00 in punto; le spiegai che avrebbe potuto incorrere nel reato penale di interruzione di servizio pubblico, ma quando mi rispose che lei non svolgeva un servizio pubblico, bensì privato, rimasi esterrefatto e ritenni evidente di non poter proseguire oltre. Mi venne in mente in associazione il parallelo calzante di un autista di un autobus adibito a pubblico servizio, che termina il suo turno di lavoro alle ore 19,00, ma trovandosi ancora a qualche chilometro dal capolinea, decide di abbandonare la vettura e andarsene a casa. Una cosa assurda”. De Pierro pensa quindi di rivolgersi ad un responsabile e chiede del direttore dell’ufficio. Dopo qualche ricerca in giro per i locali che frattanto si sono svuotati del pubblico, si imbatte in una donna che risulterà poi essere la vicedirettrice, che invece di accogliere o almeno ascoltare le sue ragioni lo minaccia che se non sparisce chiamerà i Carabinieri. E’ allora che l’incredulo giornalista le risparmia la fatica e compone sul suo cellulare il numero 112. I militari della vicina Stazione di Acilia giungono in poco tempo e cercano di convincerlo a desistere, ma egli non molla: vuole pagare il bollettino, anche se sa che ormai è impossibile. I terminali sono stati tutti spenti. Il suo diritto è stato violato, l’interruzione del servizio pubblico si è consumata, lasciando dietro di sé i suoi danni. Agli encomiabili carabinieri non resta ormai che constatare quanto è successo, l’impiegato alla porta conferma che il direttore di Italymedia.it è entrato prima delle ore 19,00, mancano solo gli atti da redigere per l’Autorità Giudiziaria. Frattanto i fotografi immortalano e illuminano con i flash a raffica il volto stanco ed emaciato di De Pierro, sono quasi le 21,30, la sua lotta di oggi servirà a salvaguardare i diritti di altri domani, mentre emerge anche un altro fatto inquietante: se il servizio degli impiegati termina oltre le 19,30, questi non hanno diritto ad essere retribuiti per il periodo di lavoro straordinario. Lo scontento dei dipendenti nei confronti dell’azienda si abbatte contro l’utenza esasperata. Lavoratori contro cittadini, la guerra dei poveri. I generali restano in torretta a guardare. De Pierro ne parlerà sulle frequenze di Radio Roma, ma nessuno dei vertici dell’azienda è disponibile ad intervenire, nemmeno telefonicamente, ed anche per Italymedia.it si attende una nota, che non arriverà mai. Ciliegina sulla torta, giunge il direttore dell’ufficio di Acilia in tenuta molto casalinga, urla contro tutti, è alterato all’ennesima potenza , non capiamo perché, se non fa rispettare gli orari ai suoi subalterni. Le sue grida fendono l’aria dove la tensione si taglia a fette, i carabinieri, ancora impeccabili, lo calmano. Ormai si può chiudere l’ufficio. Tutti a casa. Scatta la denuncia. Si chiude anche un’altra pagina nera nel libro dei diritti negati, ai cittadini e ai lavoratori, e purtroppo non sarà l’ultima nelle storture croniche della triste realtà italica dei poteri forti, dove il cittadino comune purtroppo soccombe quotidianamente sotto i macigni dell’arroganza.

3. PiolleyCoexia - maggio 17, 2010

Buy Generic Cipro ONLINE today at [url=http://cart.onlinezpilz.com/?pill=cipro&lng=eng]US Pharmacy[/url]

Several reasons to buy Cipro online:
1. It’s easy and safe. Just visit site and fill the forms.
2. No doctor visits! NO PRESCRIPTION!
3. Cheaper prices!
4. 100% Secure Shopping!
5. Moneyback Guarantee!

[url=http://cart.onlinezpilz.com/?pill=cipro&lng=eng][img]http://onlinezpilz.com/images/cipro-pill.gif[/img][/url]

Cipro is used for:
CIPROFLOXACIN (Generic Cipro) is a quinolone antibiotic. It can kill bacteria or stop their growth. It is used to treat many kinds of infections, like urinary, respiratory,
skin, gastrointestinal, and bone infections. It will not work for colds, flu, or other viral infections.

SAVE YOUR MONEY! [url=http://cart.onlinezpilz.com/?pill=pillsite&lng=eng]Buy Generic Pills ONLINE today at US Pharmacy[/url]

[url=http://cart.onlinezpilz.com/?pill=pillsite&lng=eng][img]http://onlinezpilz.com/images/bestsellers-pills2.gif[/img][/url]

Buy Generic Cipro ONLINE today at [url=http://cart.onlinezpilz.com/?pill=cipro&lng=eng]US Pharmacy[/url]

Several reasons to buy Cipro online:
1. It’s easy and safe. Just visit site and fill the forms.
2. No doctor visits! NO PRESCRIPTION!
3. Cheaper prices!
4. 100% Secure Shopping!
5. Moneyback Guarantee!

tags:
cipro for lgv
cipro and strep throat
cipro and valium interaction
cipro generic name
cipro use in elderly patients
leg cramps cipro
aciphex cipro
cipro sore throat
cipro dosage for prostatitis
detoxing cipro
cipro uses side effects
chest rash after cipro antibiotics
antibiotic cipro
cipro xr drug info
cipro gave me frothy urine
cipro ligament
treatments with cipro
is cipro related to keflex
cipro pricing
buy cipro xr
1981 chevy cipro
cipro prescribing
typhoid cipro dosage
cipro hard on liver
cipro celebrex interactions
will cipro help sinusitis
cipro hp ear
history cipro
hematuria cipro
clindamycin plus cipro
cipro andt uti
buy generic cipro without prescription
black box warning cipro
cost of cipro
cipro green mucous and stools
cipro for the prostate
medicine cipro
cipro interaction with depakote
caffeine cipro
dti cipro za
black box warning and cipro
cipro vs bactrim
urticaria cipro buttocks
cipro 500 mg for dogs
cipro pharmacology
upper respiratory infection cipro
mexico cipro
cipro opth for pink eye
cipro tablets in suspension
cipro and hearing loss
voli cipro
cipro and c diff
alcohol and cipro
cipro cancer
flagyl and cipro im
cipro at renal dose
plantar fascitis and cipro
stronger than cipro
expired cipro
percocette cipro without prescription
cipro bladder infection
does cipro treat strep throat
c-diff and cipro
cipro cystic fibrosis
500mg cipro bladder infection
cipro and lupus
cipro 5311
cipro drug
cipro dosage for chlamydia
generic names of cipro
cipro for chlamydia
cipro dose rate
cipro current medical warnings
plantar fasciitis and cipro
cipro hotel
dog uti cipro
cipro and c difficile
veterinarian dose cipro
cipro del nord
cipro milk
cipro dosage for yeast infection
cipro use in dogs
cipro and achilles tendon rupture
side effect of cipro
can dogs take cipro
pneumonia symptoms coughing voice changing
probiotics diverticulitis
egypt 10 plagues
ventilator acquired pneumonia interventions
chronic sinusitis sphenoidal
chroni cystitis
can allergies cause pneumonia
articles about koch pneumonia
treatment for cystitis in cats
prednisone sinusitis
scarlet fever and pneumonia

4. sex chat gratis - settembre 15, 2013

I really love your blog.. Excellent colors & theme. Did
you make this amazing site yourself? Please reply back as I’m trying to create my own website and would like
to know where you got this from or exactly what the theme is named.

Appreciate it!

5. Ernesto - dicembre 18, 2013

That is very interesting, You’re an excessively professional blogger.
I have joined your feed and look ahead to searching for more of your magnificent post.
Also, I’ve shared your web site in my social networks

6. web Page - gennaio 5, 2014

Hi my friend! I wish to say that this post is awesome, great written
and include almost all significant infos.
I would like tto look more posts like this .


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: