jump to navigation

Video violenti in rete, la Francia corre ai ripari marzo 14, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto, internet, news e cronaca, video.
trackback

In Francia il Consiglio Costituzionale ha dato il proprio via libera ad una proposta di legge sul controllo dell’informazione che prevede, tra l’altro, il divieto per i reporter non professionisti di scattare foto o riprendere video di atti di violenza. Una legge che, se passerà, costituirà una mazzata per il cosiddetto citizen journalism, esploso anche grazie ad Internet. Lo riporta InfoWorld che specifica come la misura sia compresa in una più ampia proposta di legge sulla prevenzione del crimine.
In virtù di questa legge se un blogger o un webmaster pubblicasse in rete una propria testimonianza video di un qualche atto di violenza, sarebbe passibile di carcere e guai potrebbe subirne anche chi ospita il suo sito.
Queste misure sarebbero state inserite nella nuova legge per tentare di porre fine al fenomeno dell’happy slapping che consiste nella deprecabile pratica di schiaffeggiare qualcuno in pubblico per poterne videoriprendere le reazioni.
La notizia, tratta da Libero blog e temis blog, dovrebbe indurre tutti ad una riflessione: la legalità deve necessariamente passare per la censura? Non sarebbe meglio autolimitarsi per evitare leggi che pregiudicano in modo irreparabile la libertà di espressione?

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: