jump to navigation

Italia.it, potevamo fare di meglio marzo 1, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, internet, sfoghi personali.
trackback

Il 22 febbraio finalmente è andato on line il portale italia.it. Sono rimasto veramente senza parole. Ho voluto riflettere per qualche giorno. Mi sembrava troppo scontato montare subito sul carro dei detrattori e non avrei voluto farlo. Per giorni me lo sono guardato e riguardato (quando non era down), cercando di autoconvincermi che in fondo non è così malvagio come da più parti si vuol far credere. Alla fine anche io mi sono dovuto arrendere ed accodarmi al coro di critiche che si è levato contro il portale.

Nel giudicare un progetto del genere non si può prescindere dalla valutazione dello sforzo economico profuso. Signori, italia.it è costato 45 milioni di Euro di soldi dello Stato, che non sono pochi. Questo impone all’utente (e al contribuente) di porsi di fronte al lavoro svolto con un atteggiamento critico. Io mi auguro che tutto questo denaro pubblico non sia stato speso solo per la realizzazione del sito che, a mio avviso, è realizzato male. Zeppo di animazioni flash sgranate e fastidiose che rallentano la navigazione anche con una connessione veloce, pieno di immagini e povero di contenuti, con scritte poco leggibili, scarsamente accessibile ai diversamente abili, scritto con un codice obsoleto e tutt’altro che pulito, privo di feed RSS, soggetto ad una tipica vulnerabilità di cross site scripting e con un logo veramente sgradevole costato ben 100.000,00 Euro, il portalone nazionale, nato per diventare il motore del turismo italiano, sembra più che altro un webmostro, simbolo della sconfitta dell’italian style. Le polemiche impazzano e tutto lascia pensare che non si placheranno facilmente. Il popolo di internet non ci sta, vuole che sito venga rifatto, i bloggers urlano il loro dissenso, lo slogan del portalone non poteva essere più indovinato:

L’italia lascia il segno

Aggiornamento 1.3.2007: ora mi sono accorto che è stato aperto un blog dove si parla esclusivamente del portalone dello scandalo: http://scandaloitaliano.wordpress.com

Annunci

Commenti»

1. Rifacciamo il portale Italia.it! « sblogghiamo - marzo 5, 2007

[…] che si è levato dalla rete italiana. Le proteste si moltiplicano, nascono blog tematici per denunciare la vergogna. E quel che più conta, la blogosfera italiana non si limita a criticare ma passa […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: