jump to navigation

Sospesa per due mesi la sexy prof marzo 31, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, Monteroni, sexy prof.
3 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

E’ stata sospesa per due mesi l’insegnante di matematica di Monteroni di Lecce, indagata dopo che su internet era stato diffuso un filmato, realizzato in classe con un videofonino, in cui veniva ripresa mentre alcuni studenti la palpeggiavano. La decisione è stata presa dal Gip del Tribunale di Lecce, Vincenzo Scardia. Il provvedimento è stato motivato da esigenze cautelari e gravi indizi di colpevolezza.

Fonte: Mediavideo

Aggiornamento 21.5.2007. Nuovo video della sexy prof.

Wind 10 rimanga tale per sempre! marzo 30, 2007

Posted by gughi in diritto, telefonia, Wind.
2 comments

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net.

La “guerra” al gestore arancione è aperta più che mai. Aduc affila le armi e pubblica un facsimile di diffida a non effettuare la rimodulazione del piano tariffario da Wind 10 a Wind 12. Questo documento va inviato, a mezzo racc. A.R., alla sede legale di Wind e all’Agcom e, a mezzo posta ordinaria, all’Aduc stessa. Vi posto il modello in versione integrale:

Spett.le Wind
Via Cesare Giulio Viola 48 – 00148 Roma

per conoscenza

– Autorita’ per le Garanzie nelle Comunicazioni
Centro Direzionale, Isola B5 – Torre Francesco – 80143 Napoli
Fax 081/7507616 – Tel. 081/7507111

– Aduc – Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori
Via Cavour 68, 50129 Firenze (per posta ordinaria)

(luogo e data) …….

Oggetto:
contestazione legittimita’ cambio piano tariffario Wind 10 – Wind 12

Utenza n.……….. intestata a ……….. abitante in via ………… n. …… cap/citta’ …….

Spettabile Wind,
con la presente si contesta la rimodulazione del piano tariffario di telefonia mobile da Wind 10 a Wind 12, che mi avete notificato nei giorni passati. Le clausole del contratto che consentono questi aumenti da parte vostra sono vessatorie e quindi nulle.
Nello specifico:
1 – nel contratto (artt. 2.4 e 3.3) sono vessatorie le clausole che prevedono modifiche contrattuali e di servizio. Il Codice al Consumo (d.l. 206/2005, articolo 33, comma 2, lettera m) individua come vessatorie quelle condizioni che consentono “al professionista di modificare unilateralmente le clausole del contratto, ovvero le caratteristiche del prodotto o del servizio da fornire, senza un giustificato motivo indicato nel contratto stesso“. Giustificato motivo che non compare nel vostro contratto e neppure nel messaggio con cui me ne avete dato comunicazione.
2 – Il vostro comportamento determina a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto (articolo 33, comma 1 del Codice del Consumo).
3 – L’art. 2.4 del contratto e’ illegittimo perche’ viola anche il Codice delle Comunicazioni elettroniche (dl 259/2003, articolo70 comma 4). Vi si legge:
“WIND proporra’ al Cliente eventuali modifiche del Contratto tramite comunicazione scritta nella fattura successiva o con altro mezzo”. Questo presuppone che voi possiate modificare le condizioni generali (ed anche le tariffe), salvo comunicarlo uno o piu’ mesi dopo in fattura: l’utente -anche recedendo senza penali- si troverebbe di fronte ad uno o piu’ mesi di fatture maggiorate e gia’ pagate. La legge, invece, dice che gli aumenti devono essere comunicati almeno un mese prima del loro avvio, si’ da dare all’utente la possibilita’ di recedervi.

Si intima
pertanto, di non procedere a questa rimodulazione, dandomene comunicazione entro e non oltre 15 gg dal ricevimento della presente raccomandata, con l’avviso che in difetto si adiranno le vie legali, onde ottenere quanto richiesto nonche’ la rifusione del danno subito.

Distinti saluti,

(firma)

Wind 12? No grazie! marzo 30, 2007

Posted by gughi in diritto, telefonia, Wind.
3 comments

Wind non si arrende e scrive un nuovo capitolo della serie “Fatta la legge…”

Ma ripercorriamo brevemente tutte le tappe della vicenda Wind vs consumatori.

2.3.2007. Alla vigilia dell’entrata in vigore del D.L. Bersani sull’abolizione dei costi di ricarica, Wind rende noto che:

  • imporrà agli utenti di cambiare il vecchio profilo tariffario con uno nuovo di zecca (più costoso) per poter usufruire dell’azzeramento dei costi di ricarica. Chi non si adeguerà continuerà a pagare l’odiato costo fisso anche se utilizzarà le nuove ricariche;

  • abolirà i tagli piccoli di ricarica, obbligando il cliente a a “fare il pieno ad ogni rifornimento”.

6.3.2007. Wind, bacchettata dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, si adegua al D.L. N. 7/2007 abolendo i costi di ricarica a tutti i clienti.

19.3.2007. Wind ritocca verso l’alto i suoi piani tariffari. In particolare, la tariffa Wind 10, viene tramutata in Wind 12, con uno scatto alla risposta di 16 €/cents in luogo dei precedenti 15 €./cents. Il gestore si affretta a dichiarare che i mutamenti tariffari si applicheranno solo alle nuove attivazioni. Sblogghiamo invita tutti a tenere gli occhi aperti.

22.3.2007. Ai vecchi utenti Wind con tariffa Wind 10 arriva un sms con questo testo:

“Gentile Cliente, dal 01/05/07 il suo piano tariffario Wind 10 diventera’ Wind 12. Per info sulle nuove condizioni chiami il 158″

Gli operatori del call center spiegano a tutti i clienti che si tratta di una “rimodulazione” del contratto e che è tutto regolare, previsto dalla Carta dei servizi all’articolo 2.4, secondo la quale Wind è tenuta a comunicare “modifiche della condizioni economiche e tecniche per l’effettuazione dei servizi, con almeno 30 (trenta) giorni di anticipo rispetto alla data di applicazione”.

23.3.2007. L’Aduc emette un comunicato stampa dichiarando (come avevo già preannunciato io, ma anche Punto Informatico e Andrea D’Ambra ) che la rimodulazione da Wind 10 a Wind 12 è illegittima e vessatoria ed indirizzando un esposto all’Agcom.

28.3.2007. Nasce un blog dal nome emblematico: “Wind 12? No grazie” che invita tutti i clienti Wind a protestare contro la rimodulazione, a non cambiare piano tariffario almeno fino alla fine del mese di marzo e a non accettare offerte di nuovi prodotti da parte del proprio operatore o di altri concorrenti.

Potete scommettere che questa non sarà l’ultima puntata e che presto ci saranno novità. Restate sintonizzati…

Kiwi, il video più adorabile del web marzo 29, 2007

Posted by gughi in video, youtube.
add a comment

Questo video si è classificato primo nella sezione Most Adorable degli Youtube Video Awards 2006. Narra la storia di Kiwi, un tenero volatile dalle minuscole ali che in teoria gli impedirebbero di volare. Ma Kiwi è testardo e pur di ottenere quello che la natura gli nega crea letteralmente un mondo al contrario. Commovente.

Anche gli operatori turistici contro italia.it marzo 28, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, informatica e dintorni, internet.
2 comments

Il 25 marzo 2007 Unionturismo ha diramato il seguente comunicato:

UNIONTURISMO – ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE AZIENDE E DEGLI ENTI PUBBLICI E PRIVATI DI PROMOZIONE E DI ACCOGLIENZA TURISTICA

COMUNICATO della PRESIDENZA NAZIONALE

La Presidenza nazionale dell’UNIONTURISMO preoccupata per il contenuto fuorviante del portale Italia www.italia.it che contiene errori madornali nelle informazioni sul Molise, sulle Marche, sulla Liguria e sull’Abruzzo chiede al Governo della Repubblica di porre rimedio urgente alle sviste grossolane che appannano l’immagine del nostro Paese.

Visitando il sito costato circa 45 milioni di Euro emerge, ad esempio, che l’Abruzzo non avrebbe coste, spiagge, mare quando da Ortona, a San Salvo, a San Vito Chietino, a Roseto, a Silvi, a Giulianova, ad Alba Adriatica abbiamo un mare di qualità apprezzato da milioni di turisti italiani e stranieri.

Il portale Italia contiene gravissimi errori logistici, omissioni, sviste che suscitano sia stupore sia sincera indignazione per la superficialità con cui si è posta allo sbaraglio geografico l’Italia delle Regioni.

Per queste ragioni l’UNIONTURISMO chiede agli Assessori Regionali interessati alla clamorosa vicenda di attivarsi nelle sedi istituzionali più opportune per rimuovere un deficit di informazione che fa molto riflettere.

Questa Presidenza Nazionale infine chiede a tutta la rete nazionale collegata ad Unionturismo di segnalare tempestivamente agli uffici centrali di Roma ed alla sede organizzativa di Aosta gli errori riscontrati – oltre a quelli già opportunamente indicati dal blog “scandaloitaliano– per attivare presso il competente Dipartimento le procedure per una rapida e salutare correzione.

Il Consigliere Nazionale dell’Unionturismo Dott. Alfonso ALOISI di Giulianova (Teramo), è stato ufficialmente incaricato di presiedere la Commissione Nazionale Cultura Accoglienza e Turismo con l’obbiettivo di raccogliere un dossier sugli errori presenti nel portale Italia da presentare al più presto sia al Governo che al Parlamento della Repubblica anche nell’ambito dei disciplinari e dei protocolli d’intesa volti a favorire il turismo scolastico nel sistema Italia con una adeguata e corretta informazione.

 

IL PRESIDENTE

Roma, il 25 marzo 2007 Gian Franco Fisanotti

Fonte: scandaloitaliano

PageRank, backlinks e tanto ancora in un click marzo 28, 2007

Posted by gughi in informatica e dintorni, internet.
add a comment

Se avete un sito e ne volete conoscere la popolarità, andate su popuri.us, digitate l’indirizzo del vostro sito e…

popuri

Otterrete una radiografia completa del vostro sito. Il servizio è ancora migliorabile, a volte risulta lento ed alcuni utenti ne denunciano una certa imprecisione. A dire il vero i dati del mio blog sono veritieri. Provatelo…

Fonte: Down * Uploads

Entro fine 2007 Poste Italiane entrerà nella telefonia marzo 27, 2007

Posted by gughi in telefonia.
1 comment so far

La notizia è stata ufficializzata ieri dall’amministratore delegato Massimo Sarmi: Poste Italiane entro l’anno entrerà nel business della telefonia mobile. L’obiettivo prefissato è ambizioso: 2 milioni di clienti entro il 2011.

La strategia dell’azienda è presto detta: entrare nel mondo della telefonia mobile come operatore virtuale, cioè da una parte utilizzando le infrastrutture di rete di un altro operatore già presente sul mercato e dall’altra sfruttando i propri punti di forza, quali la capilarità della rete, l’ampia base di clienti ed il brand riconosciuto. Ciò permetterà al futuro operatore di scendere in campo con investimenti esigui e, si spera, con tariffe e servizi concorrenziali. Le alleanze sono ancora da stringere, quindi non si sa ancora a quale gestore si “poggerà” il nascente operatore di telefonia mobile targato Poste Italiane. Si parla di Vodafone, che avrebbe dato la propria disponibilità, ma al momento sono solo illazioni. I piani tariffari saranno articolati ed i servizi innovativi: ci saranno tariffe per giovani, famiglie, stranieri e professionisti. Con la nuova sim delle Poste si potranno inviare telegrammi, pagare bollettini e vaglia postali, spedire cartoline via MMS (che verranno ricevute in formato cartaceo), ma anche lettere e raccomandate.

Codice della strada, nuove sanzioni marzo 22, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto.
3 comments

Maggiori controlli sulle strade e sanzioni sempre più dure: è questa la formula migliore, secondo il Governo, per cercare di arginare la piaga degli incidenti stradali e in particolare le cosiddette “stragi del sabato sera”. Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato un disegno di legge di modifica del Codice della Strada e ha annunciato 1 milione di controlli per il 2007.

Le sanzioni proposte, che dovranno comunque affrontare l’iter parlamentare, prevedono in particolare:

  • multe da 1.000 a 4.000 euro e arresto fino a 3 mesi per chi guida sotto l’effetto di alcol o stupefacenti; qualora si provocasse anche un incidente, la pena è l’arresto da 2 a 6 mesi e la sanzione sale fino a 12 mila euro; è prevista la sospensione della patente da 6 mesi a 2 anni e, in caso di ebbrezza, il fermo del veicolo;

  • da 148 a 594 euro di multa con sospensione della patente da 1 a 6 mesi per chi utilizza il cellulare alla guida senza auricolare;

  • revoca della patente per chi inverte la marcia in autostrada o superstrada, o per chi percorra tratti contromano su strade di grande scorrimento;

  • i neopatentati, il cui periodo di osservazione passa da 2 a 3 anni, potranno guidare solo auto di piccola-media cilindrata, rispettando il limite di 100 km orari in autostrada e di 90 km orari sulle extraurbane principali.

Dal 24 aprile, inoltre, un braccialetto al polso o un timbro sulla mano indicheranno ai barman e ai gestori dei locali il giovane che si metterà alla guida e al quale non andranno serviti alcolici.

Fonte: 6sicuro.it

La Cassazione francese ha deciso: è matrimonio solo quello tra uomo e donna marzo 20, 2007

Posted by gughi in attualità e notizie, diritto.
2 comments

DICO

La Corte di Cassazione di Parigi ha stabilito che la famiglia è da intendersi solo quella naturale basata sul matrimonio di un uomo con una donna. Con questa decisione i Giudici francesi hanno confermato la sentenza resa dal Giudice dell’appello e quindi annullato definitivamente il matrimonio omosessuale celebrato nel 2004 a Begles, nella Gironde.

Visto che in Italia è vivo più che mai il dibattito sull’opportunità di equiparare le unioni di fatto ai matrimoni, credo che questa notizia, pubblicata su studiocataldi.it possa introdurre nuovi spunti di riflessione.

Marco Ottolini si dimette da italia.it marzo 19, 2007

Posted by gughi in informatica e dintorni, internet.
add a comment

Marco Ottolini, Project Director del “portale dello scandalo” Italia.it, non solo si è dimesso dall’incarico, ma si è iscritto al progetto RItalia che, come detto in un altro post, è nato con la finalità di riprogettare da zero il portale. Ne ha dato notizia in un comunicato stampa, David Orban che è uno dei punti di riferimento di RItalia.it. Un bel gesto da parte di Ottolini, che ora è atteso all’appuntamento di Milano del 31 marzo. In molti vorranno sapere…

Intanto è bello vedere che del portale e di RItalia si è parlato anche nei tg

Fonte: leledainesi.com