jump to navigation

Welby è ancora prigioniero di questa vita dicembre 18, 2006

Posted by gughi in attualità e notizie.
1 comment so far

WelbyIl Tribunale di Roma ha rigettato per improcedibilità il ricorso con il quale i legali di Piergiorgio Welby, affetto da distrofia muscolare all’ultimo stadio, chiedevano l’interruzione del trattamento terapeutico al quale è sottoposto e che lo tiene in vita. L’ordinanza è stata depositata sabato scorso, 16 dicembre, dopo che il martedì precedente il giudice, in sede di discussione, si era riservato di decidere. A questo punto spetterà a Welby, entro 15 giorni dal deposito dell’ordinaza, decidere se impugnarla o meno.

Indipendentemente dalle convinzioni personali sull’eutanasia, lascia perplessi rinvenire nelle motivazioni del giudice Salvio del Tribunale di Roma l’invocazione di «un’iniziativa politica e legislativa per colmare il vuoto normativo in materia». Il magistrato ha lasciato chiaramente intendere che il ricorrente avrebbe il diritto di chiedere il distacco dal respiratore, ma che purtroppo il suo è un «diritto non tutelato dall’ordinamento» e, pertanto non riconoscibile.

Paradossalmente proprio l’Italia, notoriamente affetta da bulimia legislativa, in materie importanti si concede gravi vuoti di legge.

Aggiornamento del 21.12.2006: Piergiorgio Welby è morto, un medico ha staccato il respiratore che lo teneva in vita.