jump to navigation

I deliri di Giorgio Bocca novembre 6, 2006

Posted by gughi in attualità e notizie.
trackback

Ci siamo trasferiti su www.sblogghiamo.net

Giorgio Bocca

Apprendo solo ora da quest’ottimo blog dello show di Giorgio Bocca al programma di Fazio “Che tempo che fa” e non posso esimermi dal parlarne, in quanto mi sento profondamente ferito dalle sue parole, o meglio dai suoi deliri. Come può una personalità dello spessore di Bocca azzardare un’uscita così infelice? Come può un giornalista e scrittore, con tanti anni di attività alle spalle vomitare in prima serata frasi del tipo “forza Vesuvio” o “sfortunato chi nasce laggiù”?. Scivolare in modo così clamoroso nel qualunquismo, nella retorica e nel razzismo non è da lui. O almeno così pensavo. Tutti sappiamo che la situazione di Napoli è disperata, ultimamente ne sono pieni i giornali, i blog, i tg e l’ho evidenziato anche io, da napoletano che ama questa città, in un recente post, ma le dichiarazioni di Bocca sono sembrate più figlie di un forte sentimento di antinapoletanità che di un sincero dispiacere per il momento difficile della città. E che dire di Fazio che non ha saputo domare quel vecchio cavallo imbizzarrito, pronto a scalciare in faccia ad un intero popolo? Senza dubbio è anche lui responsabile del triste spettacolo fornito agli italiani ieri sera.

Annunci

Commenti»

1. andrea - novembre 6, 2006

Ciao Gughi,

ero casualmente davanti alla tv quando Fazio intervistava Bocca. In effetti ha usato delle parole molto forti e sicuramente poco consone a una trasmissione televisiva. Pur prendendo le distanze da questi atteggiamenti (anche Fazio, accortosi del tono usato da Bocca, ha alla fine cercato di sdrammatizzare), mi pare di aver avvertito nelle sue parole una specie di provocazione. Cioè, secondo me (ma potrei sbagliarmi), ha usato questa espressione per cercare di dare una “scrollata” a tutta la situazione, derivata dal fatto che, effettivamente, non sembra vedersi via d’uscita. Rimane comunque il fatto che le cose che ha detto non sono condivisibili sotto nessun punto di vista.

2. pasquale orlando - novembre 6, 2006

prendiamoci la scrollata e diamoci da fare!

3. gughi - novembre 6, 2006

Mi auguro che sia come dici tu e che la provocazione serva. L’effetto immediato che ho constatato oggi girovagando per la blogosfera è stato negativo.
Guarda il tenore dei post che ho trovato ad esempio qui:
http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl5338.phtml
Nord contro sud, polentoni contro terroni, lavoratori onesti contro camorristi. Questo non va bene…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: